Il monte San Giorgio

Il Monte San Giorgio, a cavallo del confine italo-svizzero è  circondato da due rami del lago di Lugano.

Oltre ad offrire percorsi escursionistici di interesse naturalistico e panoramico, il Monte è tra i più importanti giacimenti al mondo di fossili del Triassico Medio: l’ambiente a quel tempo era quello di una complessa laguna tropicale.

Il Monte è stato iscritto nella Lista del Patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 2003 per il versante svizzero e nel 2010 per quello italiano.

Scopri il mondo perduto

Visita il Monte San Giorgio con Varese4U

Scopri il mondo perduto

Materiali

  • Scarica l’ebook  (presto disponibile)

  • Scarica le mappe in formato pdf (presto disponibile)

Informazione pratiche

Gallery

scopri di più su unescovarese.com

Altre informazioni

Il Monte San Giorgio viene identificato come la miglior testimonianza della storia geo-paleontologica in ambiente marino risalente a 247-235 milioni di anni fa che, attraverso le migliaia di fossili rinvenuti negli ultimi due secoli, ha permesso di studiare in dettaglio l'evoluzione di molti gruppi di organismi marini.
scopri di più su unescovarese.com
Paola Cartaginese
Paola Cartaginese
10:00 06 Mar 17
Museo molto carino ma non eccessivamente curato. Di ha l'umore di una gestione familiare! Filmato pre visita molto datato e bookshop inutile, volevamo acquistare un souvenir ma c'erano solo due libri vecchi, di cui uno in cirillico! Però al mio bami di cinque anni è molto piaciuto!
Paolo M
Paolo M
06:33 10 May 13
Perchè un museo in un paesino piccolo e sperduto ? Perchè qui c'è un nel Mesozoico c'era un mare dai fondali bassi e piatti, costellato di piccole isole vulcaniche ed adesso abbiamo un importantissimo giacimento di scisti bituminose che hanno conservato perfettamente i fossili. I ritrovamenti succedutisi da quando si è iniziato a scavare nel 800 sono numerosissimi e numerosi esemplari sono veramente di pregio. Viene da pensare e rimpiangere a quella grande parte che è andata persa nell'ultima guerra nell'incendio al Museo Civico di Storia Naturale di Milano provocato dai bombardamenti alleati. La particolarità delle scisti è quella di conservare impressa nel materiale una finezza di dettagli che altri tipi di fossilizzazioni non riescono a dare, i pesci le pianti e sinanche le coproliti hanno una nitidezza che più che fossili li fanno sembrare degli esemplari solo anneriti da un incendio. Come dicevo la collezione è impressionante, si parte dalle ammoniti ed altri invertebrati per arrivare ad una nutrita schiera di esemplari di pesci che nuotava in questi mari. Proseguendo nella sala ci si trova ad ammirare diverse qualità di ittiosauri e plesiosauri ed altre tipologie di rettili marini sino ad arrivare al bel Ticinosuchus Ferox, una specie di coccodrillo predatore che viveva sulle isole. Ma il re del museo è il Besanosauro, un appartenente alla famiglia degli ittiosauri delle considerevoli dimensioni di quasi sei metri. Più che un esemplare è UNA esemplare dato che si tratta di una femmina incinta con gli scheletri dei piccoli che sono perfettamente visibili in corrispondenza dell'addome della madre. Il reperto è nero ed occupa tutta una parete, si può passare tanto tempo qui andando a vedere i singoli nitidi particolari dell'esemplare e vedendo poi il filmato che racconta il ritrovamento ed il certosino lavoro necessario per liberare completamente le ossa dal bitume e riassemblare i le tavole in cui il reperto era stato diviso durante l'estrazione.
Erica Besozzi
Erica Besozzi
15:19 26 Aug 14
See All Reviews
Tilman Fliegel
Tilman Fliegel
18:00 22 Jul 16
Very impressive fossils and nicely made small museum.
Joshi Mizu
Joshi Mizu
11:48 06 Sep 15
Nice museum! great architecture 👍🏻
Gelo Valle
Gelo Valle
06:57 31 Oct 16
Interessante scrigno dei fossili del patrimonio Unesco del Monte San Giorgio, progettato da Mario Botta. Ben fatti e interessanti i supporti interattivi, bella la sezione dei marmi di Arzo. Il paese che ospita il museo (Meride) è molto caratteristico e va certamente visitato
Anne Marie Macheret
Anne Marie Macheret
15:30 27 Oct 16
Explications très claires lieu très confortable même pour les personnes à mobilité réduite il y a un ascenseur. Ne peux que recommander ce musée de plus l'entrée gratuite pour les détenteurs de la Master carte de la Raiffeisen
Heinz Warmbrodt
Heinz Warmbrodt
08:37 05 Sep 16
Extrem gut. Ein MUSS für den Kulturinteressierten!
See All Reviews